Luca Bellandi

Luca Bellandi nasce a Livorno nel 1962, frequenta l’istituto d’Arte a Pisa e consegue la laurea all’Accademia d’Arte di Firenze nel 1985. Bellandi non solo dipinge, ma narra, in modo che anche i colori si declinano secondo una degradazione di toni che recano in loro il presentimento di quelli che poi verranno. In ogni suo quadro-racconto ci trasmette miniature elaborate con sapienza, sonetti da godersi nel chiuso della propria stanza, poesie da centellinarsi nella quiete di un’alba o di un tramonto, e in questi episodi non è tanto il soggetto a contare, ma la raffigurazione nella sua interezza, facendo sì che le immagini risultino parole equivalenti a eterni e validi aforismi sull’essere e sul divenire. Sempre Marta Mai: “La scena intriga il fruitore dell’opera, che, indotto a riflettere per ipotizzare un ‘suo’ racconto legato a un ‘suo’ ipotetico volto, non è più passivo spettatore, ma attivo coprotagonista, che racconta l’uomo storico.